Prepensionamento amianto per i lavoratori del Porto di Marghera

Abbiamo visto che il 17 febbraio è stata presentata una nuova sede dello sportello amianto ONA, proprio a Marghera. In questa occasione riprenderemo la notizia dell'inizio della lunga battaglia legale svolta dall'Osservatorio  Nazionale Amianto per tutelare i lavoratori esposti ad amianto nella zona di Marghera.

Stavolta il Presidente dell'ONA, l'Avv. Ezio Bonanni, si schiera da parte  del sindacato CUB trasporti della Regione Veneto, coordinato dal segretario della provincia di Venezia, Alessandro Gabotti.

Un'azione legale nei confronti dell'INPS per ottenere il riconoscimento dei benefici contributivi amianto dei lavoratori del Porto di Marghera, un diritto che gli è stato negato fino al 02.10.2003.

In occasione del convegno di febbraio sono intervenuti anche l’On.le Dott. Luca Coletto, Assessore alla Sanità e programmazione socio-sanitaria della Regione Veneto, in rappresentanza anche del Presidente della Regione On.le Luca Zaia, e gli On.li Alex Bazzaro e Sergio Vallotto. Proprio dall’On.le Vallotto sono giunte le parole a sostegno dei lavoratori di Porto Marghera, della provincia di Venezia e di tutta la Regione Veneto, esposti e vittime dell’amianto.

L'ONA VENETO ha avanzato molte richieste interessanti alla Regione Veneto, una di queste è il tentativo di istitutire un ulteriore fondo per le vittime amianto destinato specifico della Regione Veneto, da aggiungere a quello già esistente che dovrebbe coprire le esigenze nazionali.

Infine, l’ONA è attiva nella modificazione della Legge Fornero per evitare le distorsioni in danno dei lavoratori veneti, in particolare dei portuali di Venezia, e di tutti i lavoratori italiani.

L’Osservatorio Nazionale Amianto è al fianco dei lavoratori affetti da patologie asbesto correlate e dei loro familiari, offrendo assistenza medica e legale gratuita. Per maggiori informazioni contattare il numero verde 800 034 294, oppure visitare il sito ufficiale dell’ONA.

Scrivi commento

Commenti: 0