Ambiente

L'Osservatorio Nazionale Amianto - ONA ha denunciato la pericolosità dell'amianto e altri agenti inquinanti.

L'associazione si impegna per tutelare l'ambiente e la salute umana. 

Contatta l'Ona e chiedi la consulenza/assistenza gratuita 

Numero Verde ONA


I rischi ambientali

L'inquinamento ambientale è un problema che persiste a livello locale e globale. L'uomo fino a poco tempo fa viveva nella convinzione che gli inquinanti prodotti dissolti nell'atmosfera non causassero danni alla vita umana.

Tale conclusione è stata tratta senza soffermarsi su alcuni fattori determinanti:

  • l'alta capacità di spostamento delle particelle inquinanti (dovuta alla leggerezza delle particelle stesse che si spostano grazie alle correnti d'aria);
  • la grande quantità di particelle inquinanti prodotta dalle attività dell'uomo.

I tipi di sostanze inquinanti

Le sostanze inquinanti vengono categorizzate in due gruppi distinti:

  • Sostanze inquinanti di origine antropica;
  • Sostanze inquinanti di origine naturale.

Gli inquinanti e i loro effetti sulla salute umana

PM10 e PM2,5: con i termini particolatoparticolato sospesopulviscolo atmosfericopolveri finipolveri totali sospese (PTS), si identificano l'insieme delle sostanze sospese in aria sotto forma di aerosol atmosferico che hanno dimensioni che variano da pochi nm a 100 presenti nell'atmosfera terrestre per cause naturali, antropiche o in luoghi di lavoro industriali.

Il particolato è considerato l'inquinante con maggiore impatto nelle aree urbane ed è composto da particelle solide e liquide che si aereo-disperdono nell'atmosfera terrestre. Il diametro delle particelle di particolato va da pochi nanometri fino a  500 µm.

Anidride solforosa (SO2): il biossido di zolfo conosciuto anche come anidride solforosa, è un gas prodotto dalla combustione  di combustibili fossili come gasolio e carbone. 

Nonostante si presenti in forma incolore, l'anidride solforosa è caratterizzata da un odore forte e rappresenta un elemento molto nocivo per la salute umana e per l'ambiente.

Per quanto riguarda la salute umana, l'anidride solforosa risulta pericolosa anche a basse concentrazioni, perché provoca irritazioni ad occhi e alle alte vie respiratorie. 

A elevate concentrazioni può favorire l'insorgenza di bronchiti e altre malattie polmonari

Per l'ambiente invece, le particelle di anidride solforosa, in contatto con l'ossigeno e l'umidità, rappresentano il fattore scatenante delle cosiddette piogge acide

Biossido di azoto (NO2): è un gas tossico che può pregiudicare la corretta circolazione sanguigna e può provocare  infiammazioni dell'apparato respiratorio, soprattutto nei soggetti asmatici.

Il biossido di azoto è generato dalla combustione fra combustibili e fra i maggiori produttori troviamo il traffico e gli inceneritori.

Ozono (O3): l'Ozono è un gas naturale altamente ossidante, caratterizzato da un odore pungente, dal colore azzurro e si produce attraverso l'azione di radiazioni ultraviolette.

L'Ozono è fra gli inquinanti maggiormente nocivi per l'uomo in quanto irrita tutte le mucose, favorendo l'insorgenza di fenomeni quali tosse, dolore alla testa e edema polmonare.

Monossido di carbonio (CO): questo tipo di gas è incolore e inodore, e viene generato da qualsiasi processo di combustione incompleta. E' estremamente dannoso per l'uomo, perché raggiunge rapidamente i polmoni e provoca danni anche gravi al sistema cardiocircolatorio.

Benzene (C6H6): il benzene presente nell'aria è prodotto prevalentemente dalle emissioni industriali, dai veicoli e dagli incendi: in Italia, il 50% della popolazione è esposta a valori di concentrazione di benzene troppo elevati.  Queste esposizioni, se prolungate nel tempo, sono causa accertata di danni assai gravi alla salute quali anemia, alterazioni cromosomiche e geniche, tumori.

Il rischio ambientale legato alla presenza di amianto

Tra i fattori maggiormente inquinanti per l'ambiente e soprattutto che espongono la salute umana a seri rischi, troviamo l'asbesto. 

L'asbesto è anche detto amianto e si usa per classificare un gruppo di minerali divisi in due gruppi.  Il serpentino, che comprende il crisotilo, “amianto bianco” (gruppo dei fillosilicati), e gli anfiboli (dal greco αμφίβολος e dal latino amphibolus = ambiguo) tra i quali l’actinolite, l’amosite, la crocidolite, la tremolite o amianto grigio – verde – giallo e l’antofillite (gruppo degli inosilicati). 

>> Per scoprire di più, consulta la pagina asbesto - amianto

Gli inquinanti e i loro effetti sul pianeta

Abbiamo visto gli effetti che alcuni fattori inquinanti hanno sulla vita dell'uomo ma sappiamo che essi influiscono anche sul pianeta provocando le seguenti conseguenze:

  • eventi meteorologici estremi;
  • perdita di biodiversità e il collasso dell’ecosistema;
  • disastri naturali;
  • fallimento della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici.