Patologie amianto - Asbesto correlate riconosciute nelle tabelle INAIL

(a cura dell'Avv. Ezio Bonanni)


Elenco delle patologie amianto di cui è obbligatoria la denuncia, ai sensi dell’art. 139 del testo unico, DPR 30 giugno 1965, n. 1124, e successive modificazioni e integrazioni, per permettere la liquidazione delle prestazioni previdenziali in favore delle vittime amianto, con l'unica condizione dell'esposizione anche indiretta e per contaminazione dell'ambiente lavorativo. 

Malattie amianto correlate: l'O.N.A. ti guida per la tutela dei tuoi diritti

L'Osservatorio Nazionale Amianto assiste tutte le vittime dell'esposizione  amianto, per la diagnosi e la cura delle malattie asbesto correlate, e per l'assistenza legale: riconoscimento della rendita INAIL e prestazione dal Fondo vittime amianto (risarcimento inail amianto). Con il riconoscimento INAIL delle malattie  asbesto amianto, e il certificato INAIL di esposizione ad amianto, ex. art. 13 comma 7 legge 257/92, la vittima ha diritto ai benefici contributivi amianto, con il coefficiente 1,5 (pari al 50% in piu') utile con prepensionamento amianto e l'aumento della prestazione pensionistica anche per chi è già in pensione

LISTA I - elenco malattie professionali amianto riconosciute dall'INAIL

La tabella inail (malattie professionali riconosciute dall'INAIL / tabelle risarcimento danni inail) provocate dall'amianto  è stata emessa con DM 09/04/2008, è stata aggiornata il 11.12.2009 e il 12.09.2014, così come stabilito dal D.P.R. 1124/1965. L'INAIL riconosce come causate dall’esposizione ad asbesto, nella LISTA I delle malattie la cui origine lavorativa è di “elevata probabilità”:

Se sei stato esposto ad amianto o hai danni alla salute, 

 

contattaci 

Numero Verde ONA

L'asbestosi malattia professionale risulta tabellata con la Legge 455/1943, il cancro polmonare e il mesotelioma con il D.P.R. 336/1994. L'elenco è stato poi aggiornato nel 2008 con le placche pleuriche e gli ispessimenti pleurici (2008) e, nel 2014, con il cancro dell'ovaiotumore della laringe.

Queste patologie / malattie, riconosciute nelle tabelle inail malattie professionali asbesto correlate (LISTA I – MALATTIE LA CUI ORIGINE LAVORATIVA E’ DI ELEVATA PROBABILITA’)  debbono essere indennizzate dall'INAIL, con il diritto all'accredito delle maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto con il coefficiente 1,5, per il prepensionamento e, in caso di riconoscimento di asbestosi, cancro polmonare e mesotelioma, trova applicazione l'art. 1 comma 250 Legge 232/2016, con l'immediato pensionamento. 

Assistenza legale per riconoscimento patologie amianto correlate tabelle INAL

L'Osservatorio Nazionale Amianto e l'Avv. Ezio Bonanni hanno ottenuto significativi risultati per il ricoscimento delle malattie professionali provocate dall'amianto, con accredito della rendita INAIL, delle prestazioni del fondo vittime amianto e del prepensionamento amianto per i lavoratori esposti all'asbesto che si sono ammalati.

Per saperne di più sui benefici contributivi per esposizione ad amianto consulta la voce  Tutela legale accredito benefici contributivi amianto.

Coloro che hanno ottenuto il riconoscimento INAIL dell'asbestosi, cancro polmonare e mesotelioma, hanno diritto al pensionamento immediato nel caso in cui dopo aver ottenuto l'accredito delle maggiorazioni contributive INPS con l'art. 13 comma 7 legge 257/92, non avessero ancora maturato il diritto a pensione. 

Per saperne di più consulta la voce Pensione immediata vittime amianto.

Coloro che sono dipendenti pubblici, in particolare militari (marina, esercito e aeronautica) e del Comparto Sicurezza (carabinieri, polizia ecc..), se malati di patologie asbesto correlate oppure causate da altri agenti patogeni nell'ambiente lavorativo, possono chiedere il riconscimento di Vittima del Dovere con l'assistenza dell'Osservatorio Nazionale Amianto.

Può essere consultata la sezione Riconoscimento Vittima del Dovere.

 

>> Per approfondimenti può essere consultato il sito: www.eziobonanni.com e la sezione Danni da amianto: risarcimenti, rendite e benefici contributivi amianto.

 


Presunzione legale per le malattie professionali tabella INAIL lista I

Rendita INAIL tabelle (malattia professionale tabellata): Le malattie professionali riconosciute nelle tabelle inail, lista I, si presumono di origine e quindi debbono essere riconosciute ed indennizzate dall'INAIL (malattie tabellate). Per l'asbestosi polmonare, le placche pleuriche ed ispessimenti pleurici, il mesotelioma in tutte le sue forme pleurico, pericardico, peritonale e quello della tunica vaginale del testicolo, il tumore del polmone, il tumore della laringe e quello alla faringe l'inail deve accreditare le prestazioni (rendita oppure indennizzo  - risarcimento inail amianto) L’Inail, se vuole negare il diritto  deve eccepire e poi dimostrare la loro esclusiva origine extraprofessionale. Per il riconoscimento delle malattie professionali tabellate, è sufficiente dimostrare la presenza della noxae patogena (l'amianto) nell’ambiente lavorativo, e anche la sola esposizione indiretta all'asbesto, fa scattare la presunzione legale di origine, senza alcun limite di soglia (Cass., Sez. Lav., n. 23653/16).

L'INAIL deve dunque riconoscere ed indennizzare queste patologie, a meno che non eccepisca e dimostri la loro esclusiva origine professionale, e cioè che siano state causate solo per esposizioni extralavorative (essendo sufficiente anche la concausa). Si pensi per esempio al tumore polmonare amianto, in lavoratore nelle condizioni di esposizione al fumo: in questo caso si attiva una sinergia tra cancerogeni ed il fumo potenzia gli effetti dell'amianto. Anche in questo caso, il tumore polmonare da amianto si trova nelle condizioni di essere riconosciuto ed indennizzato dall'INAIL come tumore dell'amianto e di origine professionale.  

Riconoscimento malattie professionali amianto tabella INAIL lista II

Inail malattie professionali / rendita INAIL tabelle malattie professionali tabellate Lista II. Le malattie professionali riconosciute nella tabella risarcimento INAIL II ( LISTA II – MALATTIE LA CUI ORIGINE LAVORATIVA E’ DI LIMITATA PROBABILITA )  non sono assistite dalla presunzione legale di origine e quindi la prova deve essere fornita dal lavoratore, il quale potrà però giovarsi del fatto che sono inserite nelle tabelle malattia professionale Inail II lista :  

  • Tumore della faringe (c10-c13);
  • Tumore dello stomaco (c16);
  • Tumore del colon retto (c18-c20);

Riconoscimento malattie professionali amianto tabella INAIL lista III

Nella lista III (LISTA III – MALATTIE LA CUI ORIGINE LAVORATIVA E’ POSSIBILE / tabelle risarcimento INAILmalattia professionale asbesto correlate di cui alle tabelle inail (contenente le malattie la cui origine lavorativa è invece solo possibile), c'è soltanto il tumore dell'esofago (c15). 

Riconoscimento patologie asbesto correlate tabella INAIL lista II e III

Le patologie amianto correlate della lista II e III sono riconosciute se il lavoratore malato è nelle condizioni di dimostrare la loro origine professionale, e quindi l'esposizione all'asbesto nel luogo di lavoro ed il nesso causale, contrariamente alle patologie della tabella inail, lista I, che debbono essere immediatamente riconosciute. Le altre patologie per essere riconosciute ne deve essere dimostrata l'origine professionale da parte del lavoratore che può ottenere l'indennizzo “anche per le malattie sia comunque provata la causa di lavoro” (Corte Costituzionale, Sentenze n. 179 del 18.02.88, e n. 206 del 25.02.88), indipendentemente dall'inserimento nelle tabelle Inail.

>> Per approfondimento consulta la pagina specifica su questo sito: https://www.osservatorioamianto.com/dipartimenti/riconoscimento-patologie-asbesto-correlate-non-tabellate/

Riconoscimento di tutte le altre malattie non inserite nelle tabelle INAIL

Per tutte le altre patologie, anche quelle non inserite nelle tabelle INAIL, lista I, lista II e lista III, c'è comunque la possibilità di ottenere il riconoscimento malattia professionale e quindi ottenere il risarcimento INAIL ( Visiona la tabella in formato PDF), anche se non inserite nelle tabelle. Scopri quali sono tutte le "altre patologie riconosciute amianto correlate" consulta la sezione di questo sito "tutte le patologie da amianto". E' sufficiente fornire la prova dell'esposizione ad amianto e del nesso causale per ottenere che malattie professionali amianto siano riconosciute, anche se non inserite nelle liste delle tabelle INAIL. Nelle condizioni di rigetto della domanda si potrà agire per ottenere che siano riconosciute, che se non inserite in dette tabelle INAIL.


Consulenza medica e legale gratuita per riconoscimento INAIL

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti