Aderisci ed entra a far parte dell'ONA

L’Osservatorio Nazionale sull’Amianto – ONA è una associazione di utilità sociale che rappresenta, tutela e assiste cittadini e i lavoratori esposti e vittime dell’amianto e di altri agenti patogeni e cancerogeni. L’ONA offre assistenza tecnica, medica e legale gratuita per tutelare i diritti delle vittime e dei loro famigliari, per far ottenere loro i relativi benefici assistenziali e previdenziali e il risarcimento integrale di tutti i danni.

 

Aderisci all'Osservatorio Nazionale Amianto - ONA e sostieni le istanze di libertà, giustizia e tutela della salute e dell'ambiente. Il costo della tessera annuale è di 20,00€, che si può versare sul conto dell'associazione con bonifico bancario (IBAN:  IT67L0623014700000040027069). 

Per aderire compila e consegna il modulo al Rappresentante Territoriale ONA più vicino o invialo tramite posta presso la sede nazionale: 

ONA

 Via Crescenzio 2, Scala B, int. 3

00193 Roma

Aderisci e sostieni le attività ONA

Si tratta di un piccolo gesto di fondamentale importanza per sostenere le attività dei nostri volontari che operano in tutto il territorio nazionale. Le patologie asbesto correlate e i casi di decesso sono in costante aumento. Ogni anno nel nostro paese, circa 5.000 persone perdono la vita a causa dell'amianto. Queste vite umane si possono e si debbono salvare per i prossimi anni.

 

Contribuisci anche tu a salvare vite umane. Chiedi la bonifica dell'amianto dagli edifici pubblici (scuole, università, comuni, etc.), dai luoghi di lavoro (fabbriche, aeromobili, navi della Marina Militare, etc.) e segnala ogni caso di abuso alla nostra Associazione e se lo ritieni aderisci e sostieni le nostre iniziative.

S.O.S. tutela legale e assistenza medica

Aderisci ed entra a far parte dell'ONA

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Aderisci all'ONA: lettera dell'Avvocato Bonanni

In questo 2022 continua la nostra battaglia di civiltà e giustizia per le vittime dell’amianto, per coloro che sono stati già esposti, ancor di più per coloro che hanno già subito danni biologici e altri pregiudizi e per i loro familiari, ma soprattutto per l’intera collettività.

 

Siamo chiamati ad affrontare una sfida epocale, che è quella di prevenire non solo la strage tutt’ora in corso in Italia, come testimonia "Il libro bianco delle morti di amianto in Italia – ed. 2021", che va ben oltre anche la questione amianto (si pensi a pratiche vaccinali, specialmente nel comparto militare, piuttosto disinvolte, esposizione ad uranio impoverito e altri cancerogeni, etc.), ma soprattutto il riscaldamento globale, il disastro che potrebbe coinvolgerci tutti e sancire la fine del Pianeta, e cioè di tutti gli esseri viventi su questa terra.

 

Per questo motivo Ti invito alla mobilitazione. In un momento nel quale la transizione ecologica è ancora sulla carta, si preannuncia con strumenti singolari, come per esempio rivitalizzare il nucleare sicuro (!!!). Senza alcuna preclusione ideologica e avendo a cuore la tutela dell’ambiente e della salute, dico subito che non ci opponiamo alla ricerca sul nucleare e altre fonti di energia, purché sicure e purché rispettose del principio di precauzione.

 

Al di là di ogni presa di posizione ideologica, politica o partitica, questo momento storico ci insegna che le Istituzioni, anche quelle internazionali, si limitano alle parole.

 

«Parole, tante parole, tutte ad effetto, ma che finora hanno portato a zero fatti. Annegano i nostri sogni e speranze nel loro oceano di parole e promesse vuote» (Greta Thunberg).

L'invito del Presidente a mobilitarsi

Quindi, occorre che ognuno si mobiliti con indipendenza, capacità di discernimento e soprattutto in modo libero, per dirla con Don Sturzo, questo è un appello riservato agli ‘uomini liberi e forti’, per tentare di bloccare il disastro ambientale che, specialmente i Paesi canaglia, tra i quali la Cina, grandi produttori e utilizzatori di amianto, ci stanno determinando, oltre al disastro anche sanitario del Covid-19, che ha origine dal disastro ambientale.

 

Per questi motivi, perché è altrettanto urgente proseguire la mappatura attraverso l’app, perché è indispensabile anche tenersi informati con il nostro Giornale sull’amianto, e ancora con il Giornale dell’ambiente, o semplicemente nel mio sito, Ti chiedo di voler sostenere il nostro impegno, perché la lotta continua.

 

Questa lunga epopea della lotta delle vittime dell’amianto contro la sopraffazione, l’arricchimento di pochi sulla vita di milioni di esseri umani, è quasi al traguardo.

 

Aderisci alla nostra associazione, dai forza alla nostra lotta per la vita!

 

Ti saluto fraternamente

Avv. Ezio Bonanni

Osservatorio Nazionale Amianto

Home >> CHI SIAMO >> Aderisci