Osservatorio Nazionale Amianto


Tutela vittime dell'amianto. Osservatorio Nazionale Amianto

Siamo l'Osservatorio Nazionale sull’Amianto ONA Onlusun’associazione di utilità sociale.

 

Rappresentiamo, assistiamo e tuteliamo tutti i cittadini e i lavoratori, esposti e vittime amianto e i loro famigliari per l'epidemia di patologie asbesto correlate e per tutelare coloro che, purtroppo, sono stati già esposti alla fibra killer.

Riteniamo che sia necessario:

  • il bando mondiale dell'amianto e la bonifica di tutti ambienti di vita e di lavoro. Solo così si porrà fine alle esposizioni di amianto e le patologie asbesto correlate potranno essere definitivamente sconfitte. Se ne gioverà l'ambiente e si realizzerà un'effettiva tutela della salute (prevenzione primaria);
  • la sorveglianza sanitaria per tutti i cittadini e lavoratori esposti ad amianto e ad altri cancerogeni tale da permettere la diagnosi precoce di eventuali patologie asbesto correlate, in modo tale che possano essere curate tempestivamente con maggiore efficacia e possibilità di guarigione (prevenzione secondaria);
  • tutela previdenziale e risarcitoria dei lavoratori esposti e vittime dell'amianto e ad altri cancerogeni per il loro prepensionamento, la liquidazione della rendita INAIL reversibile ai loro famigliari in caso di decesso, e il risarcimento dei danni (prevenzione terziaria).

Prosegue l'impegno dell'Osservatorio Nazionale Amianto per la bonifica, la terapia e cura delle patologie asbesto correlate, gli indennizzi e i risarcimenti per le vittime amianto e i loro famigliari.


Mission dell'Osservatorio Nazionale Amianto


Il nostro impegno contro l'amianto: prevenire, curare e risarcire

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto informa i cittadini dei rischi e dei danni che l'amianto e gli altri agenti cancerogeni provocano alla salute e all'ambiente. La loro soluzione presuppone l'immediata rimozione e messa in sicurezza dei luoghi di vita e di lavoro (prevenzione primaria, secondo l'equazione ambiente pulito = salute e ambiente contaminato = malattia).

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto ha promosso convegni, presentato proposte di legge con la previsione di bonus/detrazioni fiscali per favorire le bonifiche amianto e degli altri agenti cancerogeni e patogeni, per rendere sicuri i luoghi di vita e di lavoro e restituire interi territori alla fruibilità, all'agricoltura, al turismo, alle attività produttive e al tempo libero;

 

 ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto favorisce, promuove e partecipa alla ricerca tecnico-scientifica per il brevetto di nuovi strumenti tecnici e alla realizzazione degli impianti per il trattamento del rifiuto amianto e per la sua inertizzazione;

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto chiede strumenti di prevenzione in ordine al  rischio di incendio di materiali che contengono amianto;

 

 ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto chiede che le istituzioni investano nella ricerca scientifica, biomedica e oncologica,  per nuove terapie e protocolli di cura del mesotelioma maligno, del cancro polmonare, di tutte le altre neoplasie, dell'asbestosi, degli ispessimenti pleurici, delle placche pleuriche e delle altre patologie asbesto correlate;

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto chiede che vengano istituiti più efficaci strumenti di sorveglianza sanitaria per la diagnosi precoce delle patologie asbesto correlate, per ottenerne la diagnosi precoce e la tempestività delle terapie che che porterebbero a poter guarire coloro che purtroppo si ammalano di mesotelioma, cancro al polmone, alla laringe, alla faringe, alle ovaie, al colon retto, all'asbestosi, placche e  ispessimenti pleurici e tutte le altre patologie asbesto correlate o quanto meno ad una significativa diminuzione dei decessi (prevenzione secondaria); con la rilevazione dell'esatto numero di casi per avere il quadro epidemiologico dell'impatto dell'uso dell'amianto sulla salute umana, così da poter tutelare e risarcire le vittime, i loro famigliari e i lavoratori esposti ad amianto e altri cancerogeni per il prepensionamento anche in assenza di patologia (prevenzione terziaria);

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto assiste e tutela i lavoratori e cittadini esposti e vittime dell'amianto e i loro famigliari e chiede che tutti i lavoratori esposti e vittime dell'amianto ottengano il prepensionamento, i benefici contributivi per esposizione ad amianto, le rendite INAIL, il riconoscimento della loro qualità di vittima del dovere e, tutti, il risarcimento dei danni;

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto è al fianco della magistratura, alla quale continuerà a segnalare casi di lesione dell'ambiente e della salute e di reati e si costituirà parte civile per sostenere le iniziative della pubblica accusa, per ottenere giustizia per le vittime amianto ed i loro famigliari e il risarcimento dei danni;

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto è al fianco delle Istituzioni, europee, nazionali, regionali e territoriali, per la creazione di strumenti tecnico-normativi e finanziari, per la bonifica dell'amianto e la rimozione dai luoghi di vita e di lavoro così da evitare le future esposizioni e quindi sconfiggere le patologie da amianto;

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto crea una rete della solidarietà con medici e volontari, che gratuitamente assistono lavoratori e cittadini esposti e vittime dell'amianto e di altri cancerogeni, e per la loro rappresentanza e tutela legale, per il riconoscimento di tutti i loro diritti;

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto supporta la ricerca scientifica per la terapia e cura del mesotelioma, del cancro polmonare e di tutte le altre patologie asbesto correlate e legate all'esposizione a cancerogeni e agenti tossico-nocivi;

 

 

ü  L'Osservatorio Nazionale Amianto collabora con tutte quelle Associazioni e cittadini che hanno a cuore la tutela dell'ambiente e della salute e il rispetto della legalità, della giustizia sociale e dei principi della nostra Costituzione, su cui si fonda la nostra società.

 

 


Che cos'è l'amianto?


Fibra di amianto

L'amianto era considerato, un “minerale magico”. Gli alchimisti lo chiamavano "lana di salamandra" perché resisteva al fuoco. I greci e i romani lo utilizzavano per le lampade votive, tanto che in greco Αμίαντος (amianto) si traduce con "immacolato", oltre che "incorruttibile". Marco Polo riferisce di aver visto nei suoi viaggi un tessuto che resiste al fuoco ricavato da una "fibra scavata nella terra". Il suo sinonimo asbesto (ἄσβεστος) si traduce con perpetuo, inestinguibile e indistruttibile.


I minerali di amianto appartengono alla classe degli inosilicati (serie degli anfiboli) e del gruppo dei fillosilicati (serie del serpentino).Le fibre di amianto, all'interno del corpo umano, causano malattie fibrotiche (asbestosi, placche pleuriche ed ispessimenti pleurici) e neoplastiche (mesoteliomi, carcinomi polmonari, alla laringe, alla faringe, al colon retto, etc.), in proporzione alla maggiore o minore capacità di rilascio di fibre, e alla loro formazione mineralogica.

Le fibre di amianto provocano il mesotelioma alla pleura, al pericardio, al peritoneo e alla tunica vaginale del testicolo; cancro al polmone, e agli altri organi dell'apparato respiratorio e gastrointestinale, asbestosi, ed altre patologie. I minerali di amianto più dannosi sono gli anfiboli, tra i quali l'amosite e la terribile è la crocidolite.

In Italia, l'amianto è stato posto al bando con la Legge n. 257/1992.



Previeni il mesotelioma maligno e altri danni da amianto


Chiedi una consulenza all'Osservatorio Nazionale Amianto: clicca qui