Patologie riconosciute da INAIL lista I-II-III

Le fibre di asbesto (sinonimo amianto) provocano infiammazione e sono cancerogene, ovvero causano il cancro. L’esposizione ad amianto provoca l’infiammazione dei tessuti, che attiva il meccanismo della cancerogenesi, il processo che porta alla formazione del tumore. La trasmissione per via linfatica delle minuscole fibre di asbesto causa malattie e cancri in diversi organi, principalmente in quelli dell’apparato respiratorio. Non esiste un valore limite amianto o una soglia di esposizione al di sotto della quale si esclude il rischio cancerogeno. L’alta incidenza di patologie asbesto correlate è stata infatti dimostrata anche in popolazioni esposte a livelli molto bassi di fibre.

Assistenza riconoscimento rendite INAIL

L'Ona, Osservatorio Nazionale Amianto, assiste tutti quei lavoratori che, per esposizione professionale amianto e ad altri cancerogeni, hanno contratto malattie professionali. Tutti quei lavoratori che, per esposizione ad amianto, ritengono di aver subito un danno alla salute possono rivolgersi all' Osservatorio Nazionale Amianto per ottenere la tutela dei loro diritti nei confronti dell'INAIL e avviare il percorso di riconoscimento dell' origine professionale delle loro.

Il percorso di riconoscimento dell'origine professionale delle infermità, si attiva con la prima certificazione di malattia professionale, che deve essere inoltrato all'Inail. L'ente previdenziale avvia l'istruttoria tecnica e medico legale. L'inail emette il provvedimento INAIL che decide sulla domanda del lavoratore. In caso di rigetto, o di riconoscimento di un grado invalidante inferiore a quello effettivo, è possibile ricorrere, e chiedere la fissazione la visita collegiale, alla quale può partecipare un medico legale di fiducia del lavoratore.  In caso di mancato riconoscimento della malattia, oppure in un grado invalidante che non corrisponde all'effettivo danno biologico subito, il lavoratore può ricorrere al Giudice del lavoro, con il  ricorso giudiziario previdenziale.


Chiedi la tua consulenza gratuita

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti



Patologie riconosciute da INAIL

In Italia, l'ente preposto al riconoscimento e all'indennizzo malattie professionali è l'INAIL. Vigendo il sistema tabellare, l'ente ha diviso le malattie amianto in 3 liste malattie professionali INAIL, la lista I, II e III ( elenco malattie professionali tabellate). 

Elenco malattie professionali INAIL - Lista I

'Elenco malattie professionali tabellate lista I asbesto correlate sono quelle malattie causate dall’amianto, la cui origine lavorativa è di “elevata probabilità”. Per queste malattie tabellate (elenco malattie professionali INAIL), l'indennizzo INAIL, con il grado invalidante a partire dal 16%, è costituita dalla rendita mensile.  Se il danno biologico è minore del 16 %, l'indennizzo è limitato al danno biologico (indennizzo danno biologico INAIL). In quest' ultimo caso, l'INAIL compie un unico versamento. È sufficiente la prova della presenza dell'asbesto amianto nell’ambiente lavorativo per ottenere il riconoscimento malattia professionale, con la presunzione legale di origine ed ottenere l'indennizzo INAIL. Non c'è un limite di soglia di esposizione ad asbesto ed è sufficiente la presenza della fibra killer per aver diritto all'indennizzo INAIL (Cass., Sez. Lav., n. 23653/16).

La Lista I elenco malattie professionali:

Inail malattie professionali riconosciute

Per l'asbestosi polmonare, le placche pleuricheispessimenti pleurici e il mesotelioma in tutte le sue forme (pleurico, pericardico, peritonale e quello della tunica vaginale del testicolo, il tumore del polmone, il tumore della laringe e quello alla faringe), sono malattie che devono essere indennizzate (Inail malattie professionali riconosciute). L'inail deve accreditare le prestazioni (rendita oppure indennizzo  - risarcimento inail amianto: malattie professionali elenco.

Le tabelle malattie professionali inail e, in particolare, la LISTA I delle malattie professionali riconosciute dall'INAIL, per l'agente eziologico asbesto, costituiscono uno strumento che facilita l'accertamento del nesso causale.

pag.83
(PAG.83)
pag 86
(PAG.86)


Elenco malattie professionali LISTA II

Le malattie professionali asbesto correlate riconosciute dall INAIL, appartenenti alla LISTA II sono: 

L'elenco malattie professionali riconosciute nella tabella risarcimento INAIL II (malattie professionali elenco) non si presumono di origine professionale e quindi la prova deve essere fornita dal lavoratore, il quale potrà però giovarsi del fatto che sono inserite nelle tabelle malattie tabellate Inail Lista II elenco malattie professionali INAIL.

Le patologie amianto correlate della LISTA II così come quelle inserite nella LISTA III, sono riconosciute se il lavoratore malato è nelle condizioni di dimostrare la loro origine professionale, con l'esposizione all'asbesto nelle condizioni e nel luogo di lavoro ed il nesso causale.

pag 91
(PAG.91)

Elenco malattie professionali LISTA III

Appartiene alla LISTA III delle malattie professionali riconosciute dall'INAIL, solo il tumore all'esofago, che risulta tra le patologie più diffuse fra i lavoratori esposti ad amianto.

pag 95
(PAG.95)

Risarcimento danni amianto

L'ONA assiste i lavoratori, per la tutela di tutti i loro diritti. Le vittime amianto professionali hanno diritto all'indennizzo INAIL (liquidazione danno biologico e danni patrimoniali diminuite capacità di lavoro), e dal datore di lavoro il risarcimento del danno amianto.


Prepensionamento amianto

Con la Legge Fornero (articolo 24 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201) è stato modificato il funzionamento del sistema pensionistico italiano. Nel tempo, la Legge Fornero ha subito varie modifiche, come la c.d. quota 100 . 

Con il riconoscimento malattia professionale asbesto correlata, c'è il diritto al prepensionamento amianto, per il periodo pari al 50% di quello di avvenuto riconoscimento (art. 13, co. 7, L. 257/92). Nel caso di mancata maturazione del diritto a pensione pur con l'aumento dell'anzianità contributiva del 50% (coefficiente 1,5), le vittime potranno chiedere il prepensionamento amianto art. 1 co. 250 Legge 232/2016.

ii dall ii dall ii dall ii dall ii dall ii dall ii dall ii dall ii dall ii ii ii ii ii ii ii ii  ii ii ii ii ii ii ii ii ii ii  ii ii ii ii ii ii  ii ii ii ii ii ii ii ii ii ii  ii ii ii ii ii ii  ii ii ii ii ii ii ii ii ii ii