Mesotelioma: buone notizie per la ricerca della cura

Il mesotelio è una membrana che riveste diversi organi e in base all'organo che riveste acquisisce un nome particolare. Ad esempio, il mesotelio che riveste il cuore viene denominato pericardio, mentre quello che riveste i polmoni viene chiamato pleura (mesotelioma pleurico cure).

Il tumore del mesotelio, o più comunemente mesotelioma, è uno dei tumori da amianto più diffusi e ogni anno provoca circa 6.000 decessi, sia per cause professionali che non, negli esposti ad amianto. Le fibre di amianto attaccano l'organismo perché a causa della loro forma e delle loro dimensioni, una volta penetrate attraverso il mesotelio, non riescono più ad uscire, innestando un meccanismo di infiammazione che porta all'insorgenza del cancro. Le mesotelioma cure sono tutt'oggi oggetto di studio. 

Mesotelioma nuove cure

 

I risultati delle ricerche sulle mesotelioma nuove cure condotte dal Technion (Israel Institute of Technology), in collaborazione con l'istituto Langone di New York, hanno permesso di individuare l'enzima che probabilmente favorisce l'insorgenza della malattia. 

Le cellule tumorali, infatti, per rompere la membrana dei tessuti e subentrarne all'interno, usano l'enzima eparanasi, una sostanza che dopo aver danneggiato il mesotelio attira a sé i vasi sanguigni permettendo così che il tumore si nutra e cresca autonomamente. 

Gli esperti hanno iniettato nelle cavie alcuni agenti inibitori dell'enzima eparanasi per controllare l'evoluzione del tumore e difatti è stato dimostrato l'aumentato della capacità di sopravvivenza con il rallentamento della crescita del tumore.

 

amianto, mesotelioma, cura, ricerca, asbesto, osservatorio nazionale amianto, ezio bonanni

Mesotelioma cure ONA

L'Ossevatorio Nazionale Amianto offre assistenza assistenza medica e legale per le vittime di tumore del mesotelio. Da anni l'associazione tutela sia dal punto di vista legale che medico coloro che, per motivi professionali, hanno contratto questa forma di tumore lungolatente (dal momento in cui la fibra entra in contatto con l'organismo umano potrebbero passare anche 30 - 40 anni dalla manifestazione della patologia). L'ONA sostiene la ricerca della cura mesotelioma e della cura mesotelioma pleurico, anche attraverso il Dipartimento di Ricerca e Cura del Mesotelioma.

Contattaci attraverso lo Sportello Amianto Online o al numero verde gratuito 800 034 294.

News mesotelioma

L'ONA ha istituito anche un giornale online attraverso il quale puoi tenerti sempre aggiornato sulle ultime novità in materia di diritti delle vittime dell'asbesto e sulle news mesotelioma. Consulta il 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    mario (venerdì, 19 ottobre 2018 14:28)

    Salve vorrei sapere mio padre 63 anni mesotelioma sarcomatoide della pleura sta facendo terapie da un anno e mezzo ora stiamo in un cura a napoli facendo le radioterapia.
    volevo sapere se ce qualche altra possibilità o cura sperimentale da affrontare .mio numero 3281543246 email mariopasta87@gmail.com

  • #2

    Mattia Contini (martedì, 10 settembre 2019 14:26)

    Salve,
    Sono Contini Mattia vi scrivo in merito al caso di mia mamma Schiano Tiziana perché da circa qualche settimana io e la mia famiglia siamo venuti a conoscenza che é affetta da questo tipo di tumore dovuto all’amianto e la nostra vita purtroppo é cambiata trasformandosi in un incubo visto che i vari medici e specialisti ci hanno prospettato un punto di non ritorno. Il male purtroppo come spesso accade si è presentato in una fase avanzata ed inizialmente mia mamma soffriva di dolore toracico solo quando era distesa nel letto, durato circa un mese o poco più ma purtroppo non gli ha dato molta importanza, dopodiché parlandone con il medico di famiglia gli disse che il dolore poteva derivare da dei calcoli renali, infine circa due mesi fa ha avuto la polmonite quindi i medici gli hanno prescritto una cura antibiotica che però non ebbe effetto così gli prescrissero un ulteriore cura antibiotica ma a eseguito della TAC riscontrarono la presenza del tumore e con l’esame istologico il tipo. Io personalmente non ero a conoscenza della gravità della situazione perché vivendo in America, quindi a chilometri di distanza dall’Italia, mia mamma ha cercato di nascondermi il problema fino a quando non ha saputo il tipo di tumore per non farmi preoccupare troppo. In tutto questo periodo ha ricevuto l’appoggio delle mie due sorelle e tutta la famiglia. Ha avuto una visita in oncologia dove ha eseguito le analisi del sangue poter iniziare il primo ciclo di chemio visto che in tutto questo periodo le pratiche hanno proceduto a rilento ed é stata curata a casa solo con il Tachidol ma i dolori lancinanti e l’infezione a seguito dell’operazione per la biopsia l’hanno debilita, tanto é che le analisi eseguite la scorsa settimana rispetto a quelle dell’ospedale a Siena di un mese fa non sono state molto buone. Il medico gli ha prescritto una serie di medicinali per poterla fare stare meglio cosicché settimana inizierà il ciclo. Lei é giovane ed ha sempre avuto forza ed energia da vendere, quindi navigando in internet(perché non mi voglio arrendere a questo destino)ho trovato diversi centri ospedalieri che eseguono cure sperimentali, quindi spero che mi possiate aiutare perché siamo disperati. Mia mamma non ha mai lavorato in fabbrica quindi anche i medici non sanno dare un spiegazione alla causa ed attualmente nel piccolo paese in cui viviamo sono stati riscontrati altri 5 casi di donne con lo stesso maledetto male. Risediamo nel Comune di Monte Argentario provincia di Grosseto in Toscana. Vi sarei eternamente grato se fosse possibile parlarne il prima possibile, magari anche telefonicamente.
    Il mio recapito telefonico: +39 3714988253
    e-mail: mattiacontini90@gmail.com
    Grazie infinite, distinti saluti