Atti dei convegni (gennaio 2013)

L'ONA contro l'amianto. Nel gennaio 2013, l'Associazione ha proseguito le sue attività in tutte le regioni di Italia. I comitati ONA, presenti in tutte le regioni di Italia, hanno organizzato convegni, manifestazioni, ed hanno assistito gratuitamente, nel territorio, tutti i lavoratori e cittadini che ne hanno fatto richiesta. Sono stati assicurati, gratuitamente, i servizi di assistenza tecnica, per la bonifica (prevenzione primaria); a quella medica, per la diagnosi precoce e la cura delle patologie asbesto correlate, che se tempestiva, permette di raggiungere più significativi risultati, fino alla difesa legale, per la tutela di tutti i diritti vittime amianto (rendite INAIL, benefici contributivi amianto, risarcimento danni), hanno permesso il raggiungimento della finalità dell'Associazione. 

Scopri i nostri servizi di assistenza

numero verde ONA

L'Osservatorio Nazionale Amianto è l'Associazione che fornisce assistenza tecnica (bonifica), medica (diagnosi e cura) e difesa legale (tutela dei diritti). Per la consulenza legale gratuita, con l'Avv. Ezio Bonanni e con il pull di legali ONA (consulenza legale gratuita vittime amianto), puoi contattare il numero verde. 

Chiedi la tua consulenza

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti



News amianto

L'Associazione ONA ti informa sulle sue attività, convegni, iniziative e risultati ottenuti in favore dei cittadini e lavoratori esposti e vittime dell'amianto. 

Processo GoogYear

goodyear

Lo stabilimento della GoodYear a Cisterna di Latina, è responsabile del decesso di un dipendente per carcinoma polmonare squamoso. L'insorgenza della patologia è il conseguimento dell’esposizione lavorativa ad agenti chimici pericolosi (amianto, nerofumo, idrocarburi, ammine aromatiche, talco, silice, solventi, fumi, vapori) caratterizzati da forti tossicità presenti nello stabilimento.

 

La Corte di Appella di Roma ha concluso il processo di appello per le morti di alcuni operai con due assoluzioni e una condanna a un anno e sei mesi di reclusione.

 

I legali di parte civile e l’associazione ex dipendenti, pur parzialmente soddisfatti, attendono le motivazioni della sentenza. la stessa soddisfazione e’ stata espressa anche dal presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, avv. Ezio Bonanni.

Una Procura Nazionale per l'amianto e altri rischi ambientali

Il 19 Gennaio 2013  nel Centro Congressi Stazione Marittima, si è aperta una conferenza giuridica organizzata dall'EARA (Associazione Europea per i Rischi dell'Asbesto), dove si sottolinea la necessità di un forte coordinamento tra tutti gli attori che concorrono alla soluzione del problema amianto.

 

L'incontro ha visto l'intervento del magistrato Raffaele Guariniello, Pubblico Ministero nello storico processo Eternit di Casale Monferrato, il quale ha voluto esprime un concetto chiave per il tema amianto. Guariniello infatti, evidenzia come i rischi legati all'amianto si possano riversare su tutti i cittadini e non soltanto sui lavoratori. Esamina inoltre l’esigenza della creazione di una Procura Nazionale in materia di amianto.

La fibra killer

fibra killer

A 25 anni dalla Legge 257/92 che in Italia ha stabilito il divieto di estrazione, lavorazione e commercializzazione dei materiali di amianto e contenenti amianto, ce ne sono ancora in circolazione 40 milioni di tonnellate in 50 mila siti. Di amianto si muore e si continuerà a morire.

 

Questo perché si tratta di una neoplasia con un tempo di latenza molto elevato, che oscilla tra i 15 e i 45 anni. Tenendo conto che l'impiego dell'amianto, in particolare nell'edilizia e nella metalmeccanica, si è concentrato soprattutto fino agli anni '80, gli esperti sostengono che il livello di incidentalità potrà arrivare fino al 2020.

Rischio amianto nel Terzo Valico

terzo valico

Emergono sempre più dubbi e dissensi sulla costruzione del Terzo Valico.

Il sito è stato il protagonista di numerosi dibattiti e controversie a causa della presenza di rocce amiantifere al suo interno.

 

A Voltaggio, un piccolissimo comune in provincia di Alessandria, si è da poco tenuto un incontro che ha visto la partecipazione di alcuni esperti di geologia per parlare del rischio a cui si sta sottoponendo l'intero territorio.

 

Il Terzo Valico detiene un lungo filone d’inchiesta a cui puntualmente si aggiungono pagine tragiche. Il progetto consiste nel collegare Genova e Novi Ligure attraverso una linea ferroviaria, i cui lavori di attuazione terminerebbero nell'anno 2023.