Conferenza stampa integrale di presentazione dell'operatività del Piano Nazionale Amianto del giorno 24 aprile 2014 presso la Camera dei Deputati.


 

E’ altresì intervenuto il Dott. Ing. Fabio Desilvestri, quale socio ONA Onlus, anche se egli è candidato alle Europee con il M5S per designazione dei cittadini, il quale ha illustrato le modalità con le quali l’ONA Onlus intende favorire l’utilizzo dei fondi strutturali europei per i progetti di bonifica e decontaminazione dell’amianto.

 

E’ intervenuto anche il Prof. Luciano Mutti, coordinatore del Dipartimento Ricerca e Cura del Mesotelioma, il quale ha illustrato le modalità operative con le quali il Dipartimento fornisce consulenza sanitaria ai pazienti vittime di patologie asbesto correlate in modo assolutamente gratuito, nel rispetto del principio di sussidarità.

 

 

 

Il Prof. Mutti ha illustrato gli ultimi risultati conseguiti a livello internazionale dai gruppi di ricerca di cui fa parte e di cui è autorevole esponente, mettendo in evidenza come invece nel nostro Paese non si riesca a mettere in campo una iniziativa efficace, fermo restando che il Dipartimento dell’ONA Onlus fa registrare adesioni di medici volontari che a titolo gratuito supportano il Prof. Mutti e stanno fornendo in tutto il territorio nazionale consulenza alle vittime. 

 

 

 

E’ altresì intervenuto l’On.le Alberto Zolezzi del M5S, componente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, il quale ha illustrato le direttrici della proposta di legge del M5S, primo firmatario, On.le Federico D’Incà, e circa altri 100 deputati, che dà voce alle istanze dell’ONA Onlus, auspicando che anche le altre forze politiche possano concordare con le finalità dell’associazione che si prefigge di perseguire finalità di prevenzione primaria, con la decontaminazione e bonifica, per evitare l’esposizione al minerale cancerogeno, ovvero ai fini della ricerca, diagnosi precoce e migliore terapia di queste patologie e per la repressione dei crimini ambientali e risarcimento dei danni per le vittime e i loro familiari, unitamente al riconoscimento di prestazioni previdenziali ed assistenziali, quali rendite INAIL e benefici contributivi per esposizione ad amianto con conseguente prepensionamento.



Download
Sintesi piano nazionale amianto 23.04.20
Documento Microsoft Word 108.5 KB