Amianto: Assistenza Legale


Tuteliamo i Diritti delle Vittime dell'Amianto e dei loro Familiari.


Rappresentanza e Difesa Legale.


 L’Osservatorio Nazionale sull'Amianto - ONA Onlus assiste, rappresenta e tutela lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto e di altri cancerogeni e i loro familiari e li assiste legalmente in modo gratuito. 


I diritti delle vittime dell'amianto.


Avv. Ezio Bonanni Legale vittime amianto ONA

L’Osservatorio Nazionale sull'Amianto - ONA Onlus, attraverso il Dipartimento Assistenza Legale, assiste, rappresenta e difende i lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto e di altri cancerogeni e i loro familiari, con le seguenti finalità:

  • Evitare tutte le esposizioni lavorative ad amianto e ad altri agenti cancerogeni;
  • Sorveglianza sanitaria, diagnosi precoce, terapia e cura delle patologie asbesto correlate;
  • Prepensionamento per i lavoratori esposti e/o vittime dell'amianto, rendite INAIL, riconoscimento di causa di servizio  e vittima del dovere, risarcimento danni e indagini epidemiologiche;


I lavoratori esposti e vittime dell'amianto hanno diritto al prepensionamento e la maggiorazione delle prestazioni pensionistiche, ex art. 13 co. 7 della legge 257/92 (per i lavoratori che hanno contratto patologia asbesto correlata) ovvero con l'art. 13 comma 8 della legge 257/92 (per quei lavoratori che soltanto esposti ad amianto, purché per più di dieci anni).

L'Osservatorio Nazionale Amianto, attraverso il suo impegno, ha conseguito l'approvazione dell'ultima riforma in materia di prepensionamento per i lavoratori esposti ad amianto che purtroppo hanno contratto mesotelioma, cancro polmonare e asbestosi, riconosciuti dall'INAIL come malattia professionale, ovvero come causa di servizio.

Il Parlamento ha finalmente approvato l'art. 1 comma 250 della legge 232/2016: questi lavoratori hanno diritto all'immediato pensionamento, al di là dell'età anagrafica e dell'anzianità contributiva, alla sola condizione di aver raggiunto 5 anni di contribuzione, di cui 3 anni negli ultimi 5 anni.

I lavoratori che hanno contratto patologie asbesto correlate (tutte, anche quelle non tabellate) hanno diritto all’accredito delle prestazioni/rendite INAIL. I dipendenti  pubblici hanno diritto al riconoscimento delle prestazioni legate al riconoscimento della causa di servizio e della qualità di vittima del dovere, con le prestazioni di: assegno vitalizio, speciale assegno vitalizio e speciale elargizione.

L'Avv. Ezio Bonanni, in qualità di presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto e di legale di molte delle vittime dell'amianto, con riconoscimento di causa di servizio, ha ottenuto numerose decisioni giudiziarie con parificazione ai fini previdenziali alle vittime del terrorismo.

Tutti i lavoratori vittime dell'amianto e i loro famigliari hanno sempre e comunque ottenuto, anche grazie all'assistenza dell'Osservatorio Nazionale Amianto, il risarcimento dei danni, sia patrimoniali, che non patrimoniali, patiti e patiendi. 

L'Associazione assiste tutti i lavoratori e cittadini esposti e vittime dell'amianto, per mettere l'accredito delle maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto per l'accredito delle rendite INAIL e delle prestazioni di vittima del dovere, fino al risarcimento dei danni.

L'Osservatorio Nazionale Amianto, grazie all' Avv. Ezio Bonanni, assiste legalmente tutti coloro che ne fanno richiesta. 

Per ottenere tale assistenza gratuita per è sufficiente farne richiesta inoltrando un'email all’indirizzo:

osservatorioamianto@gmail.com

 

oppure telefonando al numero:

 

0773/663593.


L'azione dell'Associazione per la tutela dei diritti delle vittime.


L’Avv. Ezio Bonanni e il Dipartimento di Assistenza Legale forniscono pareri e assistenza legale, presso le autorità amministrative e giudiziarie di ogni ordine e grado.

L'Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto, è impegnato in prima persona, ed ha un'esperienza quasi ventennale nella tutela delle vittime dell'amianto e dei loro familiari, ed è autore di saggi e pubblicazioni ed ha partecipato e partecipa alle più importanti conferenze in materia di amianto.

Quando l'esposizione ad amianto c'è già stata, purtroppo non si può più tornare indietro, e l'unico rimedio è la diagnosi precoce, che permette cure tempestive con maggiori chance di sopravvivenza e il prepensionamento dei danni.

La tutela legale dell'ONA è estesa a tutti gli agenti patogeni e cancerogeni, identificati nel trattato Ambiente, Passato, Presente e Futuro che è stato redatto dal Prof. Giancarlo Ugazio e pubblicato nella sezione "Patologie Ambientali" di questo sito, e quindi può essere consultato gratuitamente.

Coloro che sono vittime per motivi ambientali e lavorativi possono quindi chiedere all'associazione la tutela legale.

L’esposizione a cancerogeni è di per sé un danno è dà diritto alla sorveglianza sanitaria e al risarcimento. Il 95% delle neoplasie è provocato dalle esposizioni ambientali e lavorative ad agenti tossico-nocivi e cancerogeni.

Per questi motivi, soltanto la prevenzione primaria è lo strumento veramente efficace per prevenire l’insorgenza delle patologie asbesto-correlate e neoplastiche e tutelare così la salute dell’individuo e della collettività e riaffermare il principio della sacralità della vita umana.

Il c.d. rischio zero si esprime con l’equazione ambiente pulito : salute = ambiente contaminato : malattia.

Secondo l’insegnamento del Prof. Giancarlo Ugazio.

E’ fondamentale evitare tutte le esposizioni ad amianto e ad altri cancerogeni, anche per coloro che vi sono stati già esposti, oltre alla sorveglianza sanitaria e alle più efficaci terapie e cure (prevenzione secondaria) e la tutela legale, con il prepensionamento e il risarcimento dei danni.

 

Per ottenere una consulenza legale gratuita, è sufficiente farne richiesta, semplicemente inoltrando una all’indirizzo

osservatorioamianto@gmail.com

oppure telefonando al numero:

0773/663593.

 

L’Avv. Ezio Bonanni vi risponderà fornendo tutte le informazioni richieste per poter così accedere alla tutela dei tuoi diritti!


Gli approfondimenti sui diritti delle vittime amianto.


I lavoratori esposti a polveri e fibre di amianto per più di 10 anni hanno diritto al prepensionamento e alla rivalutazione dei ratei pensionistici, con il coefficiente 1,5, ex art. 13, comma 8, della Legge 257/92.

Per saperne di più e per accedere al prepensionamento, consulta la voce Tutela per benefici contributivi per esposizione ad amianto” su questo sito.

Per coloro che si sono ammalati di patologie asbesto correlate, a maggior ragione, vi è il diritto alle maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto ex art. 13 co. 7 legge 257/92, e per coloro si sono ammalati di asbestosi, mesotelioma e tumore polmonare,  con riconoscimento INAIL o causa di servizio vi è il diritto alla Pensione immediata per i lavoratori  malati di amiantoex art. 1, co. 250 della legge 232/16.

I lavoratori affetti da mesotelioma, cancro polmonare, cancro alla laringe, asbestosi, placche pleuriche e ispessimenti pleurici (tabella 1) e da altre patologie che fossero riconosciute di origine professionale (patologie non tabellate) hanno diritto alla costituzione della rendita INAIL, reversibile al coniuge in caso di decesso e ai figli minori, oppure studenti e invalidi a carico, con l’accredito delle prestazioni aggiuntive del Fondo Vittime Amianto, oltre al diritto al risarcimento di tutti i danni.

L'Osservatorio Nazionale Amianto assiste dunque tutti coloro che sono stati esposti ad amianto e ritengono di aver subito dei danni, o di aver diritto al prepensionamento.

 

Per eventuali approfondimenti, può essere consultato anche il sito dell'Avv. Ezio Bonanni alle seguenti sezioni:

Per ulteriori approfondimenti e richieste di chiarimenti, e per una consulenza legale gratuita, è sufficiente farne richiesta con l'inoltro di una email all'indirizzo:

osservatorioamianto@gmail.com

 

In caso di necessità ed urgenza, può essere contattato direttamente l'Avv. Ezio Bonanni, al quale è sufficiente scrivere una email all'indirizzo:

 

avveziobonanni@gmail.com

 

oppure telefonare al numero:

0773/663593


INFORMAZIONE IMPORTANTE! 


DOMANDE DI PREPENSIONAMENTO ENTRO IL 31.03.2018!


Tutti coloro che hanno ottenuto il riconoscimento dell'origine professionale del mesotelioma, cancro polmonare ed asbestosi, hanno diritto all'immediato pensionamento. Per saperne di più consulta la sezione di questo sito: "PENSIONE IMMEDIATA PER I LAVORATORI MALATI DI AMIANTO"